Droni

I droni stanno guadagnando sempre più popolarità, raggiungendo persino la loro regolamentazione in Spagna e in diversi paesi dell'America Latina. Secondo la società di consulenza Gartner, fino al 5 verranno venduti 2025 milioni di dispositivi all'anno, generando forse un fatturato di circa 15.200 miliardi di dollari l'anno. Tuttavia, poche persone conoscono la storia dei droni, il loro aspetto, il motivo della loro crescita e altri aspetti simili.

L'utilizzo del drone può variare tra ricreativo, noto come aeromodellismo, e professionale, sono previsti anche corsi di pilotaggio. Consapevole della crescita dello strumento, ITARC ha preparato questo articolo con curiosità sulla storia dei droni e del loro aspetto, fino ai giorni nostri. Controllalo.

migliori marche di droni

/*! Elementor - v3.7.8 - 2022-10-02 */ .elementor-widget-text-editor.elementor-drop-cap-view-stacked .elementor-drop-cap .elementor-widget-text-editor.elementor-drop- cap-view-incorniciato...

Dove acquistare droni DJI

/*! Elementor - v3.7.8 - 2022-10-02 */ .elementor-widget-text-editor.elementor-drop-cap-view-stacked .elementor-drop-cap .elementor-widget-text-editor.elementor-drop- cap-view-incorniciato...

La storia dei droni

Possiamo immaginare il mondo prima di Internet, le grandi navigazioni, il modo in cui venivano inviate carte e mappe. Sappiamo che appena è iniziata la globalizzazione, le distanze si sono accorciate ed è iniziata una rivoluzione.

Proprio come la divulgazione dei droni rivoluzionerà il mondo come lo conosciamo. All'inizio entrambi avevano funzioni militari e nel tempo divennero convenienti e guadagnarono più seguaci.

Non solo sono diventati popolari e fanno parte della vita quotidiana delle persone in tutto il mondo, ma hanno anche causato una rivoluzione. UAV (veicoli aerei senza pilota) o UAV (veicoli aerei senza pilota) sono stati utilizzati per la ricognizione a terra, consentendo la visione aerea. Hanno già servito come supporto e mezzo di attacchi e spionaggio; anche per inviare messaggi.

Sono apparsi intorno agli anni '60, ma è stato durante gli anni '80 che hanno iniziato ad attirare l'attenzione per i loro usi militari.

Il grande vantaggio del suo utilizzo negli anni '80 è stato la possibilità di compiere azioni, spesso pericolose, senza necessariamente mettere a rischio la vita.

Perché chiunque lo controllasse sarebbe stato molto lontano dal drone e la cosa peggiore che poteva succedere era che l'oggetto venisse abbattuto in aria.

Quello che pochi sanno della storia dei droni è che è stato ispirato da una BOMBA.

La famosa bomba cicalino, così chiamata per il rumore che faceva durante il volo, è stata sviluppata dalla Germania durante la seconda guerra mondiale.

Nonostante la sua semplicità, che lo rendeva un facile bersaglio per il fuoco e le intercettazioni, poiché volava solo in linea retta ea velocità costante, ottenne un notevole successo.

Sebbene non ci sia una cifra esatta sul numero di persone ferite e uccise dalle bombe, si può concludere che si tratta di un numero significativo, dal momento che sono state sganciate più di 1.000 bombe V-1.

Il V-1, noto come bomba boom, non è stata l'unica bomba del genere creata. Pochi anni dopo, durante la seconda guerra mondiale, fu creato il V-2.

Ma la grande rivoluzione arrivò quando apparve per la prima volta una bomba con queste caratteristiche: il V-1, che da allora ispirò la storia dei droni e tutta la loro evoluzione.

L'aspetto del drone

La storia dei droni è iniziata con l'ispirazione nelle bombe volanti tedesche del tipo V-1, popolarmente conosciute come bombe ronzanti. Ha ricevuto questo nome a causa del rumore che faceva durante il volo, creato dalla Germania durante la seconda guerra mondiale.

Nonostante fosse limitato e considerato un bersaglio facile, ottenne un notevole successo con la sua velocità costante e volando solo in linea retta, raggiungendo un numero di oltre 1.000 bombe V-1 sganciate. Pochi anni dopo, sempre durante la seconda guerra mondiale, fu creata la sua erede, la bomba V-2.

Chi ha inventato il drone?

Il modello che ha segnato la storia dei droni, quello che conosciamo oggi, è stato sviluppato dall'ingegnere spaziale israeliano Abraham (Abe) Karem. Secondo lui, nel 1977, quando è arrivato negli Stati Uniti, ci sono volute 30 persone per controllare un drone. Di fronte a questa situazione, fonda l'azienda Leading System e, con poche risorse tecnologiche, come vetroresina artigianale e scarti di legno, dà vita all'Albatross.

Con i miglioramenti ottenuti con il nuovo modello -56 ore in aria senza ricaricare le batterie e con tre persone che lo maneggiano-, l'ingegnere ha ricevuto finanziamenti dalla DARPA per i miglioramenti necessari al prototipo e, con questo, è stato creato un nuovo modello chiamato Amber Nato.

Questi velivoli sono stati progettati e sviluppati per missioni militari che offrivano rischi per vite umane, come il soccorso antincendio e la sicurezza non militare. Questi hanno l'obiettivo di consentire la sorveglianza o l'attacco a qualsiasi regione.

Oltre a questo, un altro UAV registrato è il Gralha Azul, prodotto da Embravant. Ha un'apertura alare di oltre 4 metri e può volare fino a 3 ore.

Il drone come lo conosciamo oggi è stato inventato dall'israeliano Abe Karem, l'ingegnere spaziale responsabile del drone più temuto e di successo d'America.

Secondo Karem, quando è arrivato negli Stati Uniti nel 1977, ci sono volute 30 persone per controllare un drone. Questo modello, l'Aquila, ha volato in media pochi minuti pur avendo un'autonomia di 20 ore di volo.

Vedendo questa situazione, Karem ha fondato un'azienda, Leading System, e con poca tecnologia: scarti di legno, fibra di vetro fatta in casa e un morto come quelli usati nelle corse di kart dell'epoca, ha creato Albatross.

L'Albatross è stato in grado di rimanere in aria per 56 ore senza ricaricare le batterie ed è stato utilizzato solo da 3 persone, rispetto alle 30 persone dell'Aquilla. A seguito di questa bella dimostrazione, Karem ricevette un finanziamento dalla DARPA per migliorare il prototipo, e nacque l'Amber.

L'uso dei droni

Come Internet, la storia dei droni si è spostata verso l'accessibilità e ha portato molti vantaggi sia al mercato dei droni che ai suoi consumatori. Oggi i droni hanno un'enorme versatilità in termini di utilizzo. I suoi usi includono il monitoraggio e la sorveglianza, la fotografia e le riprese, l'uso militare e il salvataggio, tra dozzine di altri usi.

Come previsto, man mano che la storia dei droni si è sviluppata, si sono ampliati e oggi vengono utilizzati in vari luoghi.

I primi modelli servivano solo per realizzare immagini e video, ma stanno diventando sempre più resistenti, autonomi e robusti.

Amazon ha già ottenuto l'autorizzazione dagli Stati Uniti per effettuare consegne con droni.

Facebook ha annunciato il suo progetto per portare Internet nelle case attraverso i droni.

E ogni volta che compaiono nuovi usi per loro, i più comuni, attualmente, sono:

Nell'incidente di Fukushima in Giappone, un T-Hawk (modello di drone) è stato utilizzato per ottenere immagini dei reattori danneggiati. Ottenere le fotografie e filmare senza alcun rischio, a causa delle radiazioni, per nessuno. E più comunemente, i droni sono stati utilizzati nelle immagini di matrimoni, nella copertura di eventi sportivi e in casi come le proteste a San Paolo, alcune persone addirittura sostituiscono il selfie stick per scattare foto con i droni.

Controllo e sorveglianza: le autorità di diversi paesi del mondo stanno già utilizzando i droni per controllare e mantenere la sicurezza nelle grandi città, soprattutto quando si svolgono grandi eventi sportivi.

Orologio degli uragani: gli scienziati in Florida hanno creato un piccolo drone che può essere lanciato in direzione degli uragani.

Immagini subacquee: un curioso modello di drone è l'OpenRov, che consente di creare immagini in tempo reale del fondale marino. Riuscire a raggiungere punti che l'essere umano non aveva ancora raggiunto, catalogando nuove specie e svelando misteri.

Uso militare: Non è raro vedere nei telegiornali, o nei film, la presenza di droni che mostrano la loro azione, che fanno immagini del campo di battaglia, vedono il movimento dei nemici, o addirittura partecipano a bombardamenti.

Aiutare le persone bisognose: Con la possibilità di raggiungere luoghi ostili, i droni sono stati utilizzati anche in varie operazioni di emergenza, come consegne di cibo e persino medicine, in luoghi isolati e di difficile accesso.Le immagini dei droni sono già state effettuate effettuando consegne in Africa, riuscire a salvare più persone.

Rescue: Quest'anno (2015) è stata segnalata l'apparizione di Gimball, il drone vincitore del concorso Drones for Good ("Drones for good", in traduzione diretta), il tutto coperto da una "gabbia", che lo consente per evitare gli ostacoli durante il voloIspirato agli insetti, è dotato di sensore di temperatura, GPS, telecamere e alta resistenza, che ne consente l'utilizzo nei soccorsi.

Con la sua divulgazione, come con Internet, il suo utilizzo diventa costante e fa la differenza totale nella vita delle persone.

Cos'è un drone?

È un veicolo aereo senza pilota (UAV) che ha il controllo del volo e può ricevere ordini tramite radiofrequenza, infrarossi e persino missioni precedentemente definite dalle coordinate GNSS (Global Navigation Satellite System). Il suo aspetto ricorda i mini-elicotteri, con alcuni modelli che sono repliche di jet, quadricotteri (quattro eliche) e modelli con otto eliche o che utilizzano carburante per il loro volo.

Drone in inglese significa "drone" e, a causa del suo ronzio durante il volo, finì per essere comunemente adottato per nominare l'aereo.

Le persone spesso sentono il termine per la prima volta e si chiedono: cos'è un drone?

Un drone è un veicolo aereo, ma a differenza di aeroplani ed elicotteri, sono senza pilota. Sono controllati a distanza e sono spesso dotati di telecamere di alta qualità.

Sono stati usati per un certo periodo come un giocattolo, un'evoluzione dei modellini di aeromodelli. Oggi c'è un mercato professionale ampio e in crescita per i piloti.

Come è possibile che fino al 2010 non ci fossero quasi ricerche sul motore di ricerca sui droni, e da allora la sua crescita è stata notevole.

Questo ci dà un'idea di come la divulgazione dei droni, nonostante abbia mostrato una crescita esponenziale, abbia ancora molto spazio.

L'evoluzione tecnologica permette oggi a chi vuole fare il pilota di controllare il proprio drone direttamente dal proprio cellulare o tablet.

Alcuni modelli possono anche essere controllati tramite l'accelerometro dello smartphone. Il che rende l'esperienza più coinvolgente.

Sta accadendo ora, proprio in questo momento. E sempre più droni guadagneranno spazio e cambieranno le nostre vite. Come sostengono molti ricercatori: la storia non è statica. Viene costruito ogni giorno e con i droni non è diverso.

TechnoBreak | Offerte e Recensioni
Logo
Abilita la registrazione nelle impostazioni - generale
Carrello