Reti

Passiamo un po' di tempo a parlare di reti.

Tutto ciò che la maggior parte delle persone sa di una rete domestica è che ne hai bisogno e vuoi che funzioni. Alla Gleeson's Home Entertainment and Automation, ci sforziamo sempre di educare i nostri clienti e il mese scorso abbiamo parlato di quanto possa essere importante una rete domestica. Questo mese esamineremo alcune popolari soluzioni di rete domestica e discuteremo i vantaggi di ciascuna. Alla fine, non solo saprai qualcosa in più sul networking, ma sarai ben attrezzato per decidere quale è giusto per la tua casa.

Reti domestiche e professionali

Faremo una breve spiegazione su cosa sono le diverse reti, a cosa servono e in quali casi vengono utilizzate.

con fili

Quando si tratta di reti domestiche, ci sono due tipi principali: cablate e wireless. Questo si riferisce al modo in cui i dispositivi che accedono a Internet si connettono alla tua LAN. Nel caso di una rete cablata, di solito arriva a casa tua dalla linea via cavo e quindi si collega a un modem e/o router. Da lì, i dispositivi in ​​tutta la casa vengono collegati tramite cavo Ethernet al modem tramite uno switch Ethernet.

Questo tipo di connettività è comune nelle nuove costruzioni, dove è facile far passare il cavo per tutta la casa. I vantaggi di una rete domestica cablata sono evidenti: le reti cablate saranno sempre più veloci e affidabili delle reti wireless. Le reti cablate hanno una larghezza di banda maggiore e non sono interessate da portata e interferenze come quelle wireless. L'unico vero collo di bottiglia è il tipo/la velocità del router e la velocità di Internet per cui stai pagando.

Naturalmente, anche le reti cablate hanno i loro limiti, motivo per cui le reti wireless (Wi-Fi) sono così popolari.

senza fili

Con una rete wireless, puoi accedere a Internet senza essere connesso via cavo. Un perfetto esempio di questo è l'utilizzo del tablet o del dispositivo mobile mentre si cammina per casa. E mentre il cablaggio è preferibile per i dispositivi statici come il rack delle apparecchiature o la TV, dopo la costruzione di una casa potrebbero esserci aree in cui è impossibile far passare nuovi cavi. È qui che brilla la tecnologia wireless: la capacità di estendere la portata di Internet in tutta la casa e all'aperto con un nuovo cablaggio minimo e senza che i dispositivi siano collegati.

I problemi principali con le reti wireless sono la velocità e l'affidabilità. I segnali Wi-Fi possono essere disturbati da altri dispositivi elettronici, anche il tuo frigorifero, e se vivi vicino ai tuoi vicini, la tua rete Wi-Fi può sovrapporsi alla loro e rallentare l'attività di tutti. A seconda delle dimensioni della tua casa, potresti aver bisogno di più punti di accesso per garantire una copertura uniforme in tutta la casa. La regola generale è avere un punto di accesso wireless ogni 1.500 piedi quadrati e devi anche ricordarti di includere il cortile se vuoi accedere all'esterno. È importante notare che la maggior parte dei punti di accesso wireless (WAPS) richiede alimentazione e potrebbe richiedere una connessione ethernet al router principale, il che significa che la connessione wireless non è veramente wireless.

Suggerimento bonus: se hai mai visto numeri e lettere strani come 802.11ac, ha a che fare con lo standard wireless utilizzato dal tuo router. 802.11ac è più veloce del vecchio 802.11n, quindi tienilo a mente.

All'inizio, la rete domestica può sembrare molto complicata, ma in realtà non è così complicato una volta compreso il concetto di alto livello. Inoltre, non sei l'unico che deve risolvere la tua rete domestica.

LAN, WLAN, MAN, WAN, PAN: conosci le principali tipologie di rete

Nel contesto della tecnologia dell'informazione, una rete è composta da più processori che sono interconnessi e condividono le risorse tra loro. Prima queste reti esistevano principalmente all'interno degli uffici (rete locale), ma nel tempo è aumentata la necessità di scambiare informazioni tra questi moduli di elaborazione, dando origine ad altre tipologie di reti. Comprendi cosa significano alcuni dei principali tipi di reti di computer.

LAN – Rete locale

Le reti locali collegano i computer all'interno dello stesso spazio fisico. Ciò può avvenire all'interno di un'azienda, di una scuola o della propria abitazione, consentendo la condivisione di informazioni e risorse tra i dispositivi partecipanti.

UOMO – Rete metropolitana

Immaginiamo, ad esempio, che un'azienda abbia due sedi nella stessa città e voglia che i computer rimangano interconnessi. Per questo esiste la Metropolitan Area Network, o Metropolitan Network, che collega diverse Reti Locali in un raggio di poche decine di chilometri.

WAN – Rete ad ampio raggio

Wide Area Network va un po' oltre MAN e può coprire un'area più ampia, come un paese o addirittura un continente.

WLAN – Rete locale senza fili

Per coloro che vogliono fare a meno dei cavi, la WLAN o la rete locale wireless potrebbero essere un'opzione. Questo tipo di rete si connette a Internet ed è ampiamente utilizzato sia in contesti residenziali che aziendali, oltre che in luoghi pubblici.

WMAN – Rete metropolitana senza fili

È la versione wireless di MAN, con una portata di decine di chilometri, e consente il collegamento di reti di uffici della stessa azienda o campus universitari.

WWAN: rete WAN wireless

Con una portata ancora maggiore, la WWAN, o rete WAN wireless, raggiunge diverse parti del mondo. Pertanto, la WWAN è più suscettibile al rumore.

SAN – Rete dell'area di archiviazione

Le SAN, o Storage Area Network, vengono utilizzate per la comunicazione tra un server e altri computer e sono limitate a questo.

PAN – Rete di area personale

Le reti di tipo PAN, o reti personali, vengono utilizzate per consentire ai dispositivi di comunicare su una distanza abbastanza limitata. Un esempio sono le reti Bluetooth e UWB.

TechnoBreak | Offerte e Recensioni
Logo
Abilita la registrazione nelle impostazioni - generale
Carrello